Permessi e recuperi dopo il turno festivo: come vanno goduti?

Ci chiede un collega collaboratore: il titolare può obbligare il dipendente a utilizzare le ore di permesso e quelle di recupero dopo il turno festivo una alla volta? Il parere di Farmacisti Al Lavoro dopo aver preso visione del CCNL farmacie private.

Buonasera dottore, le scrivo al seguente proposito. Nella farmacia in cui lavoro siamo di turno una volta al mese. Le ore lavorative domenicali non vengono pagate come straordinario ma vengono recuperate durante la settimana. Tuttavia, per ragioni aziendali, ci viene chiesto di recuperare le ore non in toto, ma entrando un’ora prima o uscendo un’ora dopo, in funzione dell’andamento del lavoro. È legittima questa richiesta? Mi può essere imposta anche se non incontra le mie necessità? Cordialmente, Dott. Delio Razepa

Leggi tutto “Permessi e recuperi dopo il turno festivo: come vanno goduti?”

© Riproduzione riservata

Tirocinio, voucher e indennità speciale quadri

Un collega scrive a Farmacisti Al Lavoro: il tirocinio post laurea concorre al calcolo dell’anzianità per il conseguimento dell’indennità quadri?

Buongiorno,
Seguo il suo blog e lo ritengo veramente molto utile ed interessante, soprattutto per chi come me è alle prime esperienze lavorative. Colgo la palla al balzo per farle una domanda: recentemente sono stato assunto come dipendente in una farmacia. Precedentemente avevo svolto un tirocinio in una farmacia della mia città per cinque mesi, poi avevo lavorato per altri quindici mesi come collaboratore in un’altra farmacia. I cinque mesi come tirocinante potranno essere conteggiati in futuro per l’inquadramento al primo livello con ventiquattro mesi di anzianità- ricevendo di conseguenza un aumento come indennità speciale quadri- oppure ho effettivamente lavorato solamente quindici mesi e quei cinque mesi non contano?
Dott. Aldo Purinolo

Leggi tutto “Tirocinio, voucher e indennità speciale quadri”

© Riproduzione riservata

Ammanchi di cassa: il collaboratore deve risarcire il titolare?

Da tempo si dibatte se il collaboratore sia responsabile, e in quale misura, degli ammanchi di cassa a fine giornata. L’opinione di Farmacisti Al Lavoro in risposta al quesito di un collega.

Salve dottore, spero sia in grado di risolvere il mio quesito. Due settimane fa mancavano dalla mia cassa circa 55 € a fine giornata. Premetto in quella cassa ci lavoro prevalentemente io, anche se mi capita di darmi il cambio con il collega per qualche cliente. Sulle prime il titolare mi ha detto di non preoccuparmi, ma oggi mi ha chiesto di rendergli l’importo in contanti non appena avrò ricevuto il bonifico dello stipendio. È una richiesta legittima?
La saluto, Dott. Vale Sartan

Leggi tutto “Ammanchi di cassa: il collaboratore deve risarcire il titolare?”

© Riproduzione riservata

Farmaco danneggiato: quando ne risponde il collaboratore?

La farmacia puo’ rivalersi sul collaboratore che danneggia un farmaco mentre lavora? L’opinione di Farmacisti Al Lavoro.

Buonasera, sono una collega impiegata nella farmacia del mio paese. Oggi, caricando l’ordine, ho rotto per sbaglio una confezione di insulina Lantus Solostar di proprietà dell’azienda sanitaria (distribuzione per conto). Abbiamo dovuto ordinare una nuova confezione per la paziente, ma l’azienda sanitaria ha addebitato alla farmacia dove lavoro il costo della prima confezione. Lei crede che la titolare potrà rivalersi su di me?
Dott.ssa Anna Lapril

Leggi tutto “Farmaco danneggiato: quando ne risponde il collaboratore?”

© Riproduzione riservata