Strategia farmaceutica europea: medicinali accessibili e industria innovativa

La Commissione europea ha recentemente accolto una strategia farmaceutica per fornire ai pazienti dell’Unione medicinali accessibili, appoggiando un’industria farmaceutica sempre più innovativa ed ecologica.

Lo scorso 25 novembre la Commissione europea ha adottato quella che è stata definita come una strategia farmaceutica per l’Europa. Il progetto, si legge nel comunicato stampa reperibile alla pagina https://ec.europa.eu/commission/presscorner/detail/it/ip_20_2173, «mira a garantire ai pazienti l’accesso a medicinali innovativi e dal prezzo contenuto e a sostenere la competitività, la capacità di innovazione e la sostenibilità dell’industria farmaceutica».

L’intento è quello di consentire all’Europa di coprire le esigenze farmaceutiche dei suoi cittadini anche in tempi di crisi, grazie a solide catene di approvvigionamento. L’implementazione del processo include un’agenda ambiziosa di azioni legislative e non che verranno lanciate negli anni a venire.

La presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen ha affermato: «La pandemia di coronavirus ha sottolineato il vitale bisogno di rafforzare i nostri sistemi sanitari. Ciò significa anche garantire l’accesso a medicinali sicuri, efficaci e di alta qualità ad un prezzo contenuto. Nel periodo difficile da un punto di vista economico e sociale che l’Unione europea (Ue) sta attualmente vivendo, la strategia assicurerà che l’Europa e gli europei continuino a beneficiarne. Invito gli stati membri e il parlamento ad appoggiare questo approccio, che verrà attuato nei prossimi tre anni e oltre».

La vicepresidente per la promozione dello stile di vita europeo Margaritis Schinas ha dichiarato: «Farmaci, vaccini e terapie efficaci e sicuri ci hanno aiutato nel passato a combattere le principali cause di malattia, alcune anche letali. Questi prodotti saranno cruciali per difendere la salute e il benessere dei cittadini europei in questi tempi difficili. La strategia aiuterà l’industria farmaceutica dell’Unione a rimanere competitiva e innovativa, affrontando le esigenze dei pazienti e dei sistemi sanitari».

«Oggi avviamo i lavori che garantiranno ai pazienti dell’intera Ue l’accesso a medicinali sicuri ed efficaci a prezzi contenuti» ha aggiunto Stella Kyriakides, commissario per la salute e la sicurezza alimentare. «Con la strategia farmaceutica per l’Europa manteniamo l’impegno di creare un ambiente farmaceutico all’altezza delle esigenze che richiederà il futuro e incentrato sui pazienti, in cui l’industria dell’Ue possa progredire, prosperare e continuare ad avere un ruolo da leader a livello globale».

Gli obiettivi principali della strategia sono quattro. Primariamente assicurare l’accesso a farmaci a basso costo per rispondere ad esigenze mediche non soddisfatte, per esempio nelle aree della resistenza agli antibiotici, delle neoplasie, delle patologie rare e pediatriche. Altro proposito è quello di supportare competitività, innovazione e sostenibilità nell’industria farmaceutica dell’Ue per lo sviluppo di medicinali caratterizzati da elevati standard di qualità, sicurezza, efficacia ed ecologici.

La strategia farmaceutica in oggetto si propone inoltre di migliorare i meccanismi di preparazione e risposta alle emergenze e di affrontare il tema della sicurezza dell’approvvigionamento. Ultimo ma non per importanza, il traguardo di una posizione forte degli stati membri dell’Unione agli occhi del resto del mondo, attraverso la promozione di alti livelli di qualità, efficacia e sicurezza.

Sebbene la strategia abbia l’ambizione di andare oltre l’essere un mezzo per fronteggiare situazioni di emergenza, trae insegnamento dalla risposta iniziale alla pandemia di Covid-19 per rendere il settore farmaceutico dell’Europa più preparato e resiliente.

© Riproduzione riservata

Autore: Farmacisti al Lavoro

Il blog per i farmacisti che non si accontentano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *