Contributi Enpaf, dal 2021 si pagano con PagoPa

Da quest’anno i contributi previdenziali e assistenziali dovranno essere corrisposti all’Enpaf attraverso il sistema di pagamenti elettronici PagoPa.

L’Ente nazionale di previdenza e assistenza farmacisti (Enpaf) ha adottato, a partire da quest’anno, il sistema dei pagamenti elettronici PagoPA per la riscossione bonaria dei contributi previdenziali e assistenziali obbligatori. Si tratta di una modalità già adottata dalle pubbliche amministrazioni, dalle Asl, dalle scuole, dalle università, dagli enti locali e da diversi soggetti gestori di servizi pubblici. «Non si tratta di un sito Internet – specifica l’Enpaf – ma di una modalità per effettuare il pagamento dei contributi obbligatori attraverso i Prestatori di servizi di pagamento (Psp) aderenti alla piattaforma. Tra questi l’utente può scegliere quello di sua preferenza. L’Enpaf segnala la possibilità di pagare attraverso Scrigno pago facile (piattaforma della Banca Popolare di Sondrio), tramite il servizio di home banking della propria banca, presso gli sportelli delle agenzie delle banche aderenti all’iniziativa, gli sportelli Atm (Bancomat) abilitati dalle banche, i punti vendita Sisal, Lottomatica e Banca 5 e presso gli uffici postali.

Scrigno pago facile e home banking

Per chi volesse avvalersi di Scrigno pago facile, basterà accedere alla piattaforma della Banca Popolare di Sondrio (www.scrignopagofacile.it) per effettuare i pagamenti online. Il sistema accetta carte di credito (Mastercard, Visa, American Express e Diners), PayPal e MyBank. L’operazione non richiede la registrazione al sito ma permette di eseguire l’accesso anonimo, dopo di che sarà sufficiente inserire i dati presenti sull’avviso di pagamento PagoPa. Chi invece volesse avvalersi del servizio di home banking del proprio istituto di credito, potrà effettuare il pagamento tramite l’App (scansionando il QR code presente nell’avviso), nella sezione pagamenti dell’home banking (cercando l’Ente creditore Enpaf), oppure inserendo il codice Cbill presente sul bollettino PagoPA e successivamente il codice avviso.

Scadenze e rateizzazione

«Gli avvisi di pagamento – precisa l’Enpaf – saranno trasmessi, nel corso del mese di giugno, tramite posta elettronica certificata dall’indirizzo enpaf@pecpopso.it della Banca Popolare di Sondrio all’indirizzo Pec che ciascun iscritto ha comunicato all’Ordine di appartenenza. I duplicati degli avvisi di pagamento potranno essere scaricati nell’area riservata di Enpaf online. Quanto alle scadenze, nel caso di pagamento su tre rate, la prima andrà corrisposta entro il 30 giugno, la seconda entro il 30 luglio e la terza entro il 31 agosto. Nel caso di pagamento del solo contributo di solidarietà la scadenza è fissata al 30 giugno.

© Riproduzione riservata

Autore: Farmacisti al Lavoro

Il blog per i farmacisti che non si accontentano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *