Esame di Stato farmacista, pubblicate le date delle sessioni 2022

Le prossime sessioni degli esami di Stato per la professione di farmacista si terranno a luglio e novembre 2022 con una sola prova orale a distanza.

Con apposita ordinanza, il ministero dell’Università e della Ricerca ha stabilito date e modalità di svolgimento degli esami di Stato 2022 per l’abilitazione alla professione di farmacista. Sono previste due sessioni, la prima con inizio il 25 luglio e la seconda il 17 novembre. La domanda per la prima sessione deve essere presentata entro il 23 giugno e per la seconda entro il 19 ottobre. Possono chiedere l’ammissione all’esame i candidati che hanno conseguito il titolo accademico richiesto entro il termine stabilito per ciascuna sessione e che hanno completato il tirocinio entro la data di inizio degli esami. Quanto alle modalità di svolgimento delle prove, il Ministero ha stabilito che «in deroga alle disposizioni normative vigenti, la prima e la seconda sessione dell’anno 2022 degli esami di Stato di abilitazione all’esercizio della professione di farmacia, sono costituite da un’unica prova orale svolta con modalità a distanza. A tal fine gli atenei garantiscono che la suddetta prova orale verta su tutte le materie previste dalle specifiche normative di riferimento e che sia in grado di accertare l’acquisizione delle competenze, nozioni e abilità richieste dalle normative riguardanti ogni singolo profilo professionale».

I requisiti di ammissione.

L’ordinanza specifica inoltre che agli esami di Stato «possono presentarsi i candidati che hanno conseguito il titolo accademico richiesto entro il termine stabilito per ciascuna sessione dai bandi emanati dalle singole università in relazione alle date fissate per le sedute di laurea. I candidati possono presentare l’istanza ai fini dell’ammissione agli esami di Stato in una sola delle sedi elencate per ciascuna professione nella tabella allegata alla presente ordinanza. Il tirocinio deve essere completato massimo entro la data di inizio degli esami. I candidati che al momento della presentazione della domanda di ammissione non abbiano completato il tirocinio, ma che comunque lo completeranno entro la data di inizio degli esami, devono dichiarare nell’istanza medesima che produrranno, prima dell’inizio dello svolgimento degli esami, l’atteStato di compimento della pratica professionale o la dichiarazione sostitutiva ai sensi del decreto del Presidente della Repubblica n. 445/2000».

La domanda di ammissione.

«I candidati agli esami di Stato – si legge nell’ordinanza – devono presentare la domanda di ammissione alla prima sessione non oltre il 23 giugno 2022 e alla seconda sessione non oltre il 19 ottobre 2022 presso la segreteria dell’università o istituto di istruzione universitaria presso cui intendono sostenere gli esami. In ciascuna sessione non può essere sostenuto l’esame per l’esercizio di più di una delle professioni indicate nell’articolo 1 (odontoiatra, farmacista, veterinario, tecnologo alimentare). Coloro che hanno chiesto di partecipare alla prima sessione e che sono stati impossibilitati a partecipare alle prove possono presentarsi alla seconda sessione producendo a tal fine nuova domanda entro la suddetta data del 19 ottobre 2022, facendo riferimento alla documentazione già allegata alla precedente istanza. Sono altresì accolte le domande di ammissione agli esami presentate oltre i termini di cui al primo comma qualora il rettore o il direttore ritenga che il ritardo nella presentazione delle domande medesime sia giustificato da gravi motivi, preventivamente indicati nei singoli bandi».

© Riproduzione riservata

Autore: Farmacisti al Lavoro

Il blog per i farmacisti che non si accontentano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.