Formazione Ecm, disponibili i nuovi corsi del programma Fofi-Cannavò

Fofi e Fondazione Cannavò hanno accreditato altri due corsi Ecm Fad, attivi e fruibili fino alla fine del 2022.

Prosegue il percorso di formazione Ecm realizzato dalla Federazione degli ordini dei farmacisti italiani (Fofi) e dalla Fondazione Francesco Cannavò. Le due organizzazioni hanno accreditato nuovi eventi di formazione a distanza (Fad), che potranno essere fruiti fino al 31 dicembre 2022. I nuovi corsi, intitolati “Il sistema Ecm: tra obbligo e opportunità” e “Covid-19 e test diagnostici. Aspetti scientifici, regolatori e operativi”, si aggiungono a quelli già attivati nei mesi scorsi e a breve la Fofi prevede ulteriori proposte formative: «Sono in procinto di attivazione sulla piattaforma Fadfofi altri due eventi formativi entro la fine del mese di maggio, denominati “La violenza contro le donne: il ruolo delle farmacie di comunità” e “Paxlovid(R): la terapia orale per Covid-19”, ai quali devono essere aggiunti nove corsi rientranti nel “Progetto formativo nazionale Fofi/Fondazione Cannavò sperimentazione Farmacia dei servizi”». La Federazione sottolinea inoltre che «tutti i corsi di aggiornamento Fofi-Fondazione Cannavò rispettano criteri fondamentali, quali rigore scientifico dei contenuti, attualità e rilevanza professionale, innovazione andragogica, assenza di sponsor, gratuità di fruizione, conseguimento crediti formativi Ecm per osservanza obbligo triennale, coerenza con dossier formativo di gruppo Fofi per il bonus del prossimo triennio».

Panoramica e analisi del sistema Ecm.

Il corso “Il sistema Ecm: tra obbligo e opportunità” (Fad asincrona con tutoraggio), ha due responsabili scientifici, il Dr. Giovanni Zorgno, in qualità di coordinatore del Comitato scientifico Fofi Provider e componente della Commissione nazionale per la formazione continua in medicina (Cnfc), e il Sen. Luigi D’Ambrosio Lettieri, vicepresidente della Federazione e presidente della Fondazione Francesco Cannavò. Come afferma la Fofi, l’evento, che permette ai farmacisti che superano il questionario di verifica dell’apprendimento, di conseguire 4,5 crediti Ecm, «mira a illustrare agli iscritti all’Albo i principali istituti e strumenti a loro disposizione nell’ambito del sistema Ecm, spiegandone il relativo quadro normativo attraverso un approccio per quanto possibile pratico».

Covid e test diagnostici.

La Fad asincrona “Covid-19 e test diagnostici: Aspetti scientifici, regolatori e operativi” consente, ai farmacisti che superano il relativo questionario di verifica dell’apprendimento, di conseguire 5,2 crediti Ecm. «Il corso – afferma la Fofi -, che ha ricevuto il patrocinio dell’Istituto superiore di sanità (Iss), è finalizzato a offrire ai farmacisti competenze aggiornate sulla tematica dei test per la rilevazione del virus Sars-Cov-2. L’anno scorso la Federazione e la Fondazione Cannavò avevano già realizzato un corso su tale tematica, con la collaborazione di Federfarma e con il patrocinio dell’Istituto superiore di sanità. L’evoluzione scientifica ha richiesto una revisione volta ad aggiornare i contenuti didattici dell’evento formativo, realizzandone una seconda edizione che esamina in particolare i test di ultima generazione attualmente disponibili e utilizzabili in farmacia, nonché requisiti e adempimenti previsti dalla legge o dai provvedimenti regionali».

© Riproduzione riservata

Autore: Farmacisti al Lavoro

Il blog per i farmacisti che non si accontentano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.